DETTAGLIO PROGRAMMI

LO SPECIALISTA PER UN SOGGIORNO IN VAL VENOSTA

Indietro

Complici in montagna - Escursione guidata nell' Alta Val Venosta

30.10.2020 | 30.10.2020

Sulle tracce dei contrabbandieri

Durante la guerra e il dopoguerra il contrabbando costituiva un mezzo di sopravvivenza. Combattuti dai funzionari doganali italiani, i giovani cercavano sempre nuove strade attraverso le montagne. Immergiti con noi in un mondo pieno di privazione e illegalità, ma anche in un'avventura in un paesaggio naturale mozzafiato, in cui la coesione dei complici era la prima priorità.

Pacchetto - Complici in montagna

• 2 pernottamenti con colazione

• 2 pernottamenti con mezza pensione

• 3 Trasporti bagagli
• 3 giorni con guida
• 2 Trasporti fino al punto di partenza e arrivo
• Distintivo dei complici



a partire da Euro 635,00 a persona

(pernottamento in camera doppia/doccia/WC)

Nel periodo tra le due guerre e il dopoguerra, ai confini dell' Austria, della Svizzera e dell' Alto Adige vi era un lavoro illegale – il contrabbando - combattuto dai funzionari doganali italiani. Durante questo periodo la Val Venosta era una zona molto povera e la gente doveva cercare di sopravvivere. La guerra aveva lasciato brutte tracce e vi era grande povertà.

I giovani non potevano e non volevano accettare questa situazione e hanno scelto il contrabbando. Quasi tutto quello che era necessario per vivere fu contrabbandato: tabacco, caffè, macchine per lo zucchero, bestiame, armi per i bracconieri e altro.

Un contrabbandiere davvero bravo, oltre ai requisiti fisici era anche molto furbo. Al giorno d’oggi è difficile immaginare che il contrabbando era possibile senza internet e telefono portatile. Si sono aiutati a vicenda e una stretta di mano e una parola erano come un contratto inattaccabile.
Alcuni servizi di allarme sono stati installati sulle malge. Se ad esempio la lanterna era appesa sulla finestra in alto, era meglio cercare un altra via, poiché era un segno per la pattuglia di confine che si trovava nelle vicinanze. Anche una bandiera o un pezzo di stoffa attaccato dai pastori sulla croce delle cime, fu interpretata come un avvertimento.

Ogni giorno era come giocare al gatto col topo, ma con conseguenze molto spiacevoli per i contrabbandieri che non erano abbastanza furbi e che sono stati sorpresi dagli italiani. Tuttavia, i finanzieri molto raramente ci sono riusciti.

Mezzo secolo dopo visitiamo di nuovo questi sentieri e ci immergiamo in un altro mondo.  Certamente non era un periodo bello per le persone ma la coesione era talmente grande che ha aiutato a superare anche questo periodo difficile.

Descrizione delle tappe


Storia emozionante e aneddoti divertenti sull'argomento, attendono i partecipanti storicamente interessati in questa escursione unica attraverso le imponenti montagne dell'Alta Val Venosta.


Pernottamento con colazione a Malles

La mattina si parte con lo shuttle da Malles fino al punto di partenza a Rojen. La prima tappa vi porta attraverso la sella di Rasasser che si trova a 2.717m, fino a Slingia.


Durata: ca. 6,5 ore

Lunghezza: ca. 18,5 km
Salita: 850m Discesa: 1.044m


Pernottamento con mezza pensione a Slingia

La seconda tappa porta da Slingia alla cima di Monterodes (2.361m) e al valico del Tellajoch (2.358m) fino ad arrivare a Tubre.


Durata: ca. 7 ore

Lunghezza: ca. 16,7 km
Salita: 1.065m Discesa: 1.535m


Pernottamento con mezza pensione a Tubre

La terza tappa è la più esigente. Da Tubre seguiamo le tracce dei complici attraverso la sella del contrabbando (2.440m) fino a Montechiaro. Dopodiché lo shuttle vi riporta a Malles.


Durata: ca. 7,5 ore

Lunghezza: ca. 15,0 km
 Salita: 1.240m Discesa: 1.557m


Pernottamento con colazione a Malles

L’escursione può essere prolungata a 5 giorni – con o senza guida. Gli escursionisti sportivi possono aspettarsi due highlight nel Parco Nazionale dello Stelvio.


Pernottamento a Trafoi e Solda su richiesta

Immagini


© 2021 Vinschgau Incoming GmbH, P.IVA: 02440510218
produced by webwg
Verstanden
Visualizza dettagli
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.
Indietro

Complici in montagna - Escursione guidata nell' Alta Val Venosta

30.10.2020 | 30.10.2020

Sulle tracce dei contrabbandieri

Durante la guerra e il dopoguerra il contrabbando costituiva un mezzo di sopravvivenza. Combattuti dai funzionari doganali italiani, i giovani cercavano sempre nuove strade attraverso le montagne. Immergiti con noi in un mondo pieno di privazione e illegalità, ma anche in un'avventura in un paesaggio naturale mozzafiato, in cui la coesione dei complici era la prima priorità.

Pacchetto - Complici in montagna

• 2 pernottamenti con colazione

• 2 pernottamenti con mezza pensione

• 3 Trasporti bagagli
• 3 giorni con guida
• 2 Trasporti fino al punto di partenza e arrivo
• Distintivo dei complici



a partire da Euro 635,00 a persona

(pernottamento in camera doppia/doccia/WC)

Nel periodo tra le due guerre e il dopoguerra, ai confini dell' Austria, della Svizzera e dell' Alto Adige vi era un lavoro illegale – il contrabbando - combattuto dai funzionari doganali italiani. Durante questo periodo la Val Venosta era una zona molto povera e la gente doveva cercare di sopravvivere. La guerra aveva lasciato brutte tracce e vi era grande povertà.

I giovani non potevano e non volevano accettare questa situazione e hanno scelto il contrabbando. Quasi tutto quello che era necessario per vivere fu contrabbandato: tabacco, caffè, macchine per lo zucchero, bestiame, armi per i bracconieri e altro.

Un contrabbandiere davvero bravo, oltre ai requisiti fisici era anche molto furbo. Al giorno d’oggi è difficile immaginare che il contrabbando era possibile senza internet e telefono portatile. Si sono aiutati a vicenda e una stretta di mano e una parola erano come un contratto inattaccabile.
Alcuni servizi di allarme sono stati installati sulle malge. Se ad esempio la lanterna era appesa sulla finestra in alto, era meglio cercare un altra via, poiché era un segno per la pattuglia di confine che si trovava nelle vicinanze. Anche una bandiera o un pezzo di stoffa attaccato dai pastori sulla croce delle cime, fu interpretata come un avvertimento.

Ogni giorno era come giocare al gatto col topo, ma con conseguenze molto spiacevoli per i contrabbandieri che non erano abbastanza furbi e che sono stati sorpresi dagli italiani. Tuttavia, i finanzieri molto raramente ci sono riusciti.

Mezzo secolo dopo visitiamo di nuovo questi sentieri e ci immergiamo in un altro mondo.  Certamente non era un periodo bello per le persone ma la coesione era talmente grande che ha aiutato a superare anche questo periodo difficile.

Descrizione delle tappe


Storia emozionante e aneddoti divertenti sull'argomento, attendono i partecipanti storicamente interessati in questa escursione unica attraverso le imponenti montagne dell'Alta Val Venosta.


Pernottamento con colazione a Malles

La mattina si parte con lo shuttle da Malles fino al punto di partenza a Rojen. La prima tappa vi porta attraverso la sella di Rasasser che si trova a 2.717m, fino a Slingia.


Durata: ca. 6,5 ore

Lunghezza: ca. 18,5 km
Salita: 850m Discesa: 1.044m


Pernottamento con mezza pensione a Slingia

La seconda tappa porta da Slingia alla cima di Monterodes (2.361m) e al valico del Tellajoch (2.358m) fino ad arrivare a Tubre.


Durata: ca. 7 ore

Lunghezza: ca. 16,7 km
Salita: 1.065m Discesa: 1.535m


Pernottamento con mezza pensione a Tubre

La terza tappa è la più esigente. Da Tubre seguiamo le tracce dei complici attraverso la sella del contrabbando (2.440m) fino a Montechiaro. Dopodiché lo shuttle vi riporta a Malles.


Durata: ca. 7,5 ore

Lunghezza: ca. 15,0 km
 Salita: 1.240m Discesa: 1.557m


Pernottamento con colazione a Malles

L’escursione può essere prolungata a 5 giorni – con o senza guida. Gli escursionisti sportivi possono aspettarsi due highlight nel Parco Nazionale dello Stelvio.


Pernottamento a Trafoi e Solda su richiesta

Immagini